History


Help on query formulation
The decisive issue in the learning of mathematics: the use of suitable representations. (Il punto decisivo nell’apprendimento della matematica: la conversione e l’articolazione delle rappresentazioni.) (Italian)
D’Amore, Bruno, Convegno del decennale. Pitagora Editrice, Bologna (ISBN 88-371-0874-5). 11-25 (1996).
Vorrei affrontare, qui, la questione dell’apprendimento della matematica in modo globale, cioe senza privilegiare una questione o un livello particolare di insegnamento (per esempio, i problemi additivi o i numeri decimali nella scuola elementare, l’introduzione dell’algebra, il calcolo delle aree, la dimostrazione, o la geometria nello spazio). In che cosa l’acquisizione di conoscenze matematiche e diversa dall’acquisizione di conoscenze in altre discipliine? In altri termini, quale tipo di funzionamento cognitivo si attende dagli allievi, o si cerca di sviluppare in essi, quando si insegna matematica? Per ben delimitare questo problema, bisogna partire da un dato fondamentale: ogni conoscenza e inseparabile dai fenomeni di rappresentazione. E sul legame tra conoscenza e rappresentazione che vorrei puntare l’attenzione, ma mettendo in primo piano la rappresentazione senza subordinarla ad un contenuto particolare di conoscenza. Evocheremo successivamente il funzionamento cognitivo delle rappresentazioni (I), poi il problema che esse pongono nella costruzione delle conoscenze (II) e infine affronteremo la questione della natura delle rappresentazioni, cioe quella del rapporto tra rappresentazione semiotica e rappresentazione mentale: si tratta o no della stessa cosa? (III).
Classification: C30
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!